NON SEI ANCORA REGISTRATO?

REGISTRATI

AREA RISERVATA

Recupera password

extrasistoli e run

Buongiorno Dottore, avrei un quesito da porle.... sono un ragazzo di 29 anni, pratico palestra e non sono un fumatore; da anni avverto extrasistoli( sporadiche sovraventricolari e ventricolari); ho già eseguito varie visite cardiologiche con ecg, ecocardio, prove da sforzo e holter( tutto ok).Da qualche mese sono comparsi dei brevi run ( circa un episodio al mese) Questi run non sono mai stati registrati all'holter proprio perchè poco frequenti; sono stati i suoi colleghi a definirli tali grazie alla mia descrizione dei sintomi: dopo la classica pausa compensatoria, non avverto il "tonfo" successivo ma una brevissima sequenza di battiti veloci concatenati,ravvicinati ma regolari....dopodichè il ritmo torna sinusale,normale. Tutti i cardiologi che mi hanno visitato mi hanno rassicurato sulla benignità di queste aritmie in cuore sano. Solo uno mi ha prescritto un farmaco antiaritmico e consigiato di valutare lo studio elettrofisiologico con ablazione. Mi disse anche che questi run, se compaiono in forma prolungata, possono provocare ictus e ischemie. A questo punto mi sono spaventato e la mia domanda è : avendo un cuore strutturalmente sano, queste aritmie possono causarmi problemi o evolversi in aritmie più gravi e preoccupanti? (ho letto su internet che possono provocare tachicardie ventricolari e fibrillazioni ventricolari).Inoltre,nel mio caso, le extrasistoli ventricolari sono pericolose? Grazie mille

Risposta

Buongiorno Da quanto riferisce, penso che si possa dire per ora che Lei abbia episodi di extrasistolia sopra eventricolare sporadica. La sintomatologia accusata e definita come "run" prima di un trattamento deve essere diagnosticata. A tale scopo ed alla luce del fatto che svolge attività sportiva si potrà eseguire ecg in corso di sintomatologia oppure se non possibile eseguire studio elettrofisiologico per valutare inducibilità di aritmia. Sempre per il fatto che svolge attività sportiva, penso si possa eseguire a scopo dirimente una valutazione con risonanza magnetica cardiaca per escludere alterazioni morfologico-funzionali Saluti