NON SEI ANCORA REGISTRATO?

REGISTRATI

AREA RISERVATA

Recupera password

extrasistole

Buonasera, sono una ragazza di 30 anni, da circa 9 anni soffro di extrasistole (battito mancante, capriola nel petto o rallentamenti). Nel 2008 mi è stata diagnosticata la tiroidite di Haschimoto, attualmente in cura con Tirosint 5ggx 75mg e 2ggx 100 mg. Ho effettuato varie visite cardiologiche, la prima nel 2009 in seguito all'accentuarsi dei fenomeni, nella quale non veniva riscontrato nulla di anomalo. Ho effettuato anche un holter e anche li non si sono registrate extrasistoli. La seconda visita nel 2013 e l'ultima a febbraio 2017. Nell'ultima visita ho fatto presente al mio medico che i fenomeni sono sempre più frequenti, e a volte accompagnati da stanchezza e giramenti di testa o dolori alle braccia e al petto. Poi ci sono periodi in cui non avverto nessun sintomo. Il medico mi ha effettuato nuovamente tutti gli esami, Ecg, Ecodopler, Prova da sforzo, indici di vascolarizzazione. Tutto è risultato essere a posto, il medico mi ha tranquillizzata dicendomi che il mio cuore è sano e che i fenomeni di extrasistole potrebbero derivare dall'assunzione di Tirosint. Mi ha prescritto comunque Congescor da 1.25 mg da assumere a necessità. Vorrei sapere se con gli esami che effettuato è possibile escludere patologie preoccupanti. Inoltre io continuo ad avere queste extrasistoli e a giorni sono veramente fastidiose, accompagnate da dolori alle braccia e giramenti di testa. Vorrei capire se posso stare tranquilla e se la terapia assegnatomi può dare beneficio alla mia situazione. Ho un pò di timore ad assumere il farmaco perchè ho letto che influisce sul ritmo rallentandolo, e visto che ho questa sensazione di battito mancante e rallentamento volevo capire se è adatto comunque o mi rallenterebbe troppo la frequenza cardiaca. Vi ringrazio.

Risposta

L'extrasisitolia e' un fenomeno benigno in presenza di un cuore sano e non deve darle alcuna preoccupazione. Il problema e' legato ai sintomi per cui l'intento del medico e' quello di non farle avvertire questi fastidiosi disturbi. La tiroidite con ipofunzione della tiroide richiede il supplemento di levotiroxina per permettere un adeguato funzionamento di questo importante organo. L'eccesso di ormone può' determinare parzialmente il fenomeno della extrasistolia per cui e' necessario che il problema della tiroide sia sotto controllo. In ogni caso il bisoprololo (congescor) e' una buona scelta terapeutica per un corretto controllo della frequenza cardiaca e anche delle aritmie. Naturalmente ogni consiglio terapeutico richiede la conoscenza di tanti fattori e degli esami che lei ha eseguito per potere essere efficace. In ogni caso la strada e' quella giusta nella convinzione che non si tratta comunque di un fenomeno pericoloso per la sua salute.