NON SEI ANCORA REGISTRATO?

REGISTRATI

AREA RISERVATA

Recupera password

Bacheca



13 gen 2020, 15:27

CORSO EXECUTIVE PER CLINICAL LEADERS ANMCO in collaborazione con UNIMI

“LEADERSHIP E DIREZIONE DELL’AMBITO CARDIOLOGICO: PROGRAMMA AVANZATO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER CLINICAL LEADERS”
I EDIZIONE Intitolata a LUCIANO MORETTI

RAZIONALE

1 La formazione e la necessità di delimitare il campo 1.1 La formazione dei medici cardiologi, e dei propri associati in particolare, rientra tra gli scopi fondativi dell’ANMCO. È naturale per una Società Scientifica come ANMCO che ha come fine lo sviluppo della cardiologia nelle strutture pubbliche e accreditate produrre uno sforzo continuo di miglioramento delle capacità di tutti i soggetti che interpretano sul campo la disciplina e le sue potenzialità. Lo spettro di conoscenze e competenze potenzialmente utili ai professionisti è, però, molto ampio e dipende dai ruoli attuali o futuri che i professionisti stessi sono chiamati a ricoprire. È opportuno quindi, anche a grandi linee e in via del tutto preliminare, da una parte, distinguere tra i diversi ruoli e, dall’altra, identificare le differenti aree di conoscenze e competenze cui la formazione intende mirare.

1.2 I ruoli che i professionisti possono interpretare sono il risultato delle logiche prevalenti di divisione del lavoro e attribuzione delle responsabilità, così come queste si riflettono negli assetti organizzativi delle aziende sanitarie. Per lungo tempo l’organizzazione delle aziende sanitarie, e degli ospedali in particolare, ha avuto come baricentro quasi esclusivo l’UU.OO. di matrice disciplinare medica (cardiologia, neurologia, …). Attorno a tale organizzazione si è consolidata la tradizionale relazione tra evoluzione professionale e assunzione di specifiche responsabilità gestionali; semplificando eroicamente: il primario come una sorta di mini-DG e i ruoli gestionali come naturale e necessario riconoscimento di una progressione professionale. Da quasi un decennio è sempre più evidente un cambiamento negli impianti organizzativi di fondo. Alle UU.OO. di matrice disciplinare si sono affiancate altre e nuove responsabilità organizzative: le cosiddette piattaforme (ambulatori, aree di degenza, …), unità e centri multiprofessionali, percorsi dei pazienti, progetti. Le organizzazioni non sono più la semplice sommatoria di unità relativamente autonome e tendenzialmente autosufficienti, ma si strutturano su dimensioni diverse, che spesso si intersecano, rendendo sempre meno agevole una netta distinzione tra responsabilità (e competenze) professionali, da una parte, e responsabilità organizzative e manageriali, dall’altra.

1.3 L’evoluzione dei ruoli ha reso sempre meno plausibile una distinzione dicotomica delle competenze rispetto ai due estremi rappresentati dalle abilità clinico-professionali e quelle gestionali-organizzative. Se i cosiddetti ruoli ibridi – professionisti la cui responsabilità si estende al di là della specifica prestazione e risultato clinico – si differenziano, si differenziano anche le tipologie di competenze e come queste devono essere mixate sui diversi ruoli. Tra i saperi clinici e quelle manageriali si apre così uno spazio crescente per competenze organizzative che hanno una solida radice professionale ma non si estendono fino a quelle necessarie per ruoli spiccatamente gestionali. Si tratta, ad esempio, delle competenze e abilità necessarie per guidare team multidisciplinari e multiprofessionali, in assenza delle tipiche strutturazioni in termini di UU.OO. Cambiando gli assetti organizzativi muta anche il ruolo del responsabile delle classiche UU.OO. e, di conseguenza, le competenze richieste, le quali si qualificano sempre più in termini di guida dei professionisti e di gestione dell’innovazione e del cambiamento. In sintesi si tratta di ancorare più strettamente e meglio di quanto non sia finora avvenuto le competenze gestionali agli specifici ambiti professionali e organizzativi nei quali le competenze stesse devono poi essere spese.

2 Il ruolo di ANMCO 2.1 Le ragioni sommariamente esposte precedentemente dicono, in sostanza, che un progetto formativo di un certo respiro, teso a migliorare le competenze gestionali, deve, sempre più, avere una solida radice nella disciplina, anche perché molti ruoli ibridi (professionali e gestionali insieme) vanno modificandosi e si orientano verso la guida di processi professionali e clinici in contesti di maggiore complessità organizzativa. L’idea che sia ANMCO, in quanto luogo privilegiato di espressione del sapere e della pratica cardiologica, a promuovere e guidare un progetto di ampia portata è particolarmente coerente con lo scenario descritto. In questa prospettiva ANMCO intende assicurare un robusto collegamento dei contenuti della formazione con le pratiche e i problemi effettivi della disciplina.

2.2 Il ruolo di ANMCO non può comunque limitarsi ai soli contenuti, ma deve garantire che il disegno formativo nel suo complesso sia coerente con la visione di sviluppo della disciplina di cui l’associazione è portatrice. I cambiamenti in atto impongono, infatti, alle comunità professionali la definizione di un “posizionamento esplicito” in termini di contenuti e aree di attività da presidiare, da una parte, e di scelte organizzative in grado di sorreggere il posizionamento desiderato, dall’altra. Quella che può essere considerata a pieno titolo come la strategia della comunità professionale (cosa privilegiare e come perseguire gli obiettivi) non può che essere alla base di un impegno di larga portata nella formazione, definendo i diversi ruoli da privilegiare e i contenuti ad essi offerti. In altri termini, una volta che ANMCO si assume in prima persona la paternità di un programma formativo ad ampio raggio, questo deve essere fondato su una visione da realizzare.

3 Gli elementi essenziali della proposta formativa
3.1 La formula. La formula prevede sei moduli residenziali (dal giovedì pomeriggio al sabato mattina), con ciascun modulo articolato attorno a un argomento di riferimento. Il giovedì pomeriggio (14.00-20.00) avrà un carattere introduttivo al tema, introduzione che sarà sviluppata da uno o più cardiologi senior individuati da ANMCO (uno dei quali responsabile complessivo del modulo) e da uno o più docenti che saranno il riferimento per l’intero modulo. Il venerdì (9.00-20.00) sarà articolato in sessioni, durante le quali uno o più docenti affronteranno specifici argomenti. Il sabato mattina (9.30-13.00) l’aula sarà impegnata in una testimonianza/confronto sull’argomento con un testimone di rilievo (tendenzialmente Direttore Generale di aziende sanitarie pubbliche o di assessorato oppure Amministratore Delegato di strutture convenzionate). La mattinata si concluderà con una discussione nella quale verranno selezionati i messaggi più importanti, i quali verranno poi formalizzati in un breve documento (da validare nel modulo successivo). .

3.2 I temi dei moduli. Come già segnalato ogni modulo sarà dedicato a un tema, il quale, a sua volta, sarà poi declinato in specifici argomenti (topic). I sei temi (meglio esplicitati più avanti) sono i seguenti:

a) lo scenario del contesto sanitario e la cardiologia;
b) organizzare i servizi e gestire i processi: logiche e strumenti di gestione operativa;
c) la distribuzione delle responsabilità e le scelte di organizzazione;
d) orientare i comportamenti e gestire le persone;
e) la razionalità economica: decisioni e meccanismi in sanità;
f) scelte e comportamenti strategici per le cardiologie e la comunità professionale nel suo insieme.

3.3 La platea dei destinatari. Stante la natura della proposta formativa l’aula non potrà superare i trenta partecipanti. Nel promuovere l’evento e selezionare i partecipanti sarebbe importante mirare ad assicurare una platea sufficientemente differenziata, soprattutto in termini di seniority professionale, promuovendo anche la partecipazione di “alti potenziali” (i soggetti destinati a essere la cardiologia del futuro), indipendentemente dalle posizioni attuali.

3.4 La partnership scientifica e accademica prevede per il Corso la collaborazione tra ANMCO e Università degli Studi di Milano (UNIMI). Un elemento fondamentale per la riuscita del programma è la qualità della docenza, non tanto e non solo in termini di singoli e specifici contenuti, quanto di capacità di concreta costruzione e tenuta del modulo nel suo complesso.

Obiettivo formativo: Argomenti di carattere generale: sanità digitale, informatica di livello avanzato e lingua inglese scientifica.

Normativa in materia sanitaria: i principi etici e civili del S.S.N. e normativa su materie oggetto delle singole professioni sanitarie, con acquisizione di nozioni di sistema

Destinatari dell’attività formativa: Medici Chirurghi

Discipline mediche accreditate: Cardiologia; Geriatria; Malattie Metaboliche e Diabetologia; Malattie dell'apparato Respiratorio; Medicina Interna; Cardiochirurgia.

Crediti formativi ECM per ciascun modulo: 19

Numero ore formative per ciascun modulo: 8

Allegati
09 gen 2020, 11:04

Master "Executive MSc Health Economics, Outcomes and Management in Cardiovascular Sciences"

Si tratta di 15 grants che la Società Europea di Cardiologia mette a disposizione per favorire la formazione di futuri ledears in campo cardiovascolare. Le borse di studio sono finalizzate alla partecipazione al Master "Executive MSc Health Economics, Outcomes and Management in Cardiovascular Sciences". La deadline per la candidatura ai grants è il 20-02-2020.

Per maggiori informazioni relative al Master clicca qui

13 dic 2019, 10:42

Casa di Cura Eremo - Arco (TN)

Primaria casa di cura trentina ricerca per il proprio reparto di Cardiologia Riabilitativa 1 medico Cardiologo per assunzione a tempo pieno e indeterminato.
Gli interessati possono contattare la Direzione al numero 0464-588667 o inviare la propria candidatura a info@eremoarco.it.
Scadenza: 31 gennaio 2020

09 dic 2019, 10:43

Azienda Ospedaliero - Universitaria “Policlinico S. Orsola - Malpighi” di Bologna

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la stabilizzazione di un posto di dirigente medico, disciplina cardiologia, riservato ai soggetti in possesso dei requisiti di cui all’articolo 20, comma 2, del decreto legislativo n.75/2017.
Bologna, Emilia Romagna
Gazzetta Ufficiale n° 91 del 19.11.2019
Scadenza: 19.12.2019

09 dic 2019, 10:46

Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Lodi

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di dirigente medico, a tempo indeterminato.
Lodi, Lombardia
Gazzetta Ufficiale n° 91 del 19.11.2019
Scadenza: 19.12.2019

09 dic 2019, 10:48

Azienda Ospedaliera Universitaria Luigi Vanvitelli di Napoli

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di tre posti di dirigente medico con specializzazione in cardiologia o malattie dell’apparato cardiovascolare, a tempo indeterminato, per le esigenze della UO di cardiologia.
Napoli, Campania
Gazzetta Ufficiale n° 92 del 22.11.2019
Scadenza: 22.12.2019

09 dic 2019, 10:49

Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di dirigente medico di cardiologia.
Reggio Emilia, Emilia Romagna
Gazzetta Ufficiale n° 93 del 26.11.2019
Scadenza: 26.12.2019

09 dic 2019, 10:56

Azienda Sanitaria Provinciale Trapani

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di ventidue posti di dirigente medico di cardiologia
Provincia Trapani - Regione Sicilia
Gazzetta Ufficiale n° 93 del 26.11.2019
Scadenza: 26.12.2019

18 nov 2019, 14:07

Grants della ESC per attività di ricerca in ambito cardiologico

La Società Europea di Cardiologia mette a disposizione grants per offrire a giovani medici e ricercatori l'opportunità di intraprendere un lavoro di ricerca in campo cardiologico. L'obiettivo è quello di aiutare i giovani candidati a realizzare un'esperienza di ricerca in un centro di eccellenza di una nazione membro dell'ESC. Informazioni più dettagliate sui criteri di eleggibilità dei candidati si trovano alla pagina https://www.escardio.org/Research/Research-Funding/ESC-research-grants

Per maggiori informazioni sui criteri di eleggibilità per i grants clicca qui

04 nov 2019, 13:02

Azienda Sanitaria Locale Roma 3 di Roma

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di dirigente medico, area medica e delle specialità mediche, disciplina cardiologia, con maturata esperienza nell'attività di cardiologia interventistica, a tempo pieno ed indeterminato, presso il P.O.U.G.B. Grassi - C.P.O.
Roma, Lazio
Gazzetta Ufficiale n° 80 del 08-10-2019
Scadenza: 07.11.2019

Annunci trovati: 191

I bandi pubblicati esclusivamente sui siti aziendali e sulle gazzette regionali non verranno pubblicati. ANMCO non si assume nessuna responsabilità per l'eventuale mancata pubblicazione di bandi di concorso. Si consiglia sempre inoltre di verificare dalla fonte ufficiale.