NON SEI ANCORA REGISTRATO?

REGISTRATI

AREA RISERVATA

Recupera password

Percorsi e interventi di cardiologia riabilitativa e prevenzione secondaria dopo intervento cardiochirurgico

A breve saranno online i risultati

Negli ultimi anni si è assistito ad un significativo cambiamento nella tipologia della popolazione cardiochirurgica: pazienti sempre più anziani, con disfunzione ventricolare sinistra o importanti comorbilità, prima giudicati inoperabili. Inoltre, il costante declino della mortalità operatoria ha fatto aumentare la percentuale di pazienti che rimangono ad alto rischio di eventi e con bisogni assistenziali particolari. Infine, la ridotta durata della degenza postoperatoria non è sufficiente per gestire adeguatamente il recupero funzionale non solo dei pazienti anziani ma anche di quelli più giovani con comorbilità e disabilità preoperatorie.

Secondo tutte le linee guida i pazienti sottoposti a bypass aortocoronarico o a riparazione o sostituzione valvolare sono candidati ai programmi di cardiologia riabilitativa, che favorisce la stabilizzazione e l’autonomia funzionale, e nel contempo l’ottimizzazione terapeutica e un programma multidimensionale di prevenzione secondaria. Purtroppo, anche dopo cardiochirurgia la cardiologia riabilitativa è ampiamente sottoutilizzata, con notevoli variazioni regionali o locali.

Questa survey, riservata ai cardiochirurghi e ai cardiologi che operano presso una cardiochirurgia, si propone di ottenere preziose informazioni sui percorsi post-dimissione, sulle strategie terapeutiche antiaggreganti e anticoagulanti e per lo scompenso cardiaco, e sulle modalità di approccio alle modifiche dello stile di vita e ai trattamenti farmacologici di prevenzione secondaria per il paziente cardioperato.

La tua opinione conta moltissimo, partecipa!

Maurizio G. Abrignani
Chairperson Area Prevenzione Cardiovascolare

Leonardo Patanè
Chairperson Area Cardiochirurgia