NON SEI ANCORA REGISTRATO?

REGISTRATI

AREA RISERVATA

Recupera password

CURA e DUBBIO

Ho 34 anni, in seguito ad improvviso arresto cardiaco da fibrillazione ventricolare (senza sintomi precedenti), riattivazione con massaggio cardiaco, ricovero in terapia intensia e poi in unità coronarica mi è stato impiantato un defibrillatore e dopo 50 giorni di ospedale sono stata dimessa con una terapia a base di betabloccanti. Se fossi affetta dalla sindrome di Brugada la terapia attuale sarebbe sbagliata?

Risposta

Gentile Signora, la terapia per la prevenzione dell'arresto cardiaco nella sindrome di Brugada è comunque l'impianto del defibrillatore, per cui ciò che le è stato fatto va bene per prevenire e curare la fibrillazione ventricolare sia che questa sia dovuta a sindrome di Brugada che ad altre cause. La saluto.