NON SEI ANCORA REGISTRATO?

REGISTRATI

AREA RISERVATA

Recupera password

Fibrillazione parosistica

Egregio Dottore da 10 anni soffro di ipertensione art. Pregressi episodi di FA : e mi si è sempre scontrato All'Ecocardio ventricolo sin. con ipertrofia concentrica asimmetrica ed alterata funzione diastolica Lieve dilatazione atriale sinistra ed aortica sospetta piccola PFO residua . sclerosi mitro-aortica . Insufficienza mitralica ed aorta lieve. Lieve scollamento pericardico .PAPs ai limiti alti . Toni cardiaci ritmi . Soffio sistolico 2/6Levine diffuso. P.A 120/65 battiti tra 55/60 Da sempre con il mio cardiologo ho preso soltanto plaunazide 20/12,5: Da sei mesi mi ha detto di cambiare la pillola con Sotalex 80 mezza al mattino. Con questa pillola mi sono scesi i battiti sotto 50 . Non l'ho presa e sono andata da un altro cardiologo ,il quale dopo una visita e l'ecocardiografia di cui i valori sono quelli che ho citato ,Visto che con i betabloccanti si abbassano i battiti e tenendo presente che sono stata operata di peritoniti e ho disturbi allo stomaco mi ha consigliato di prendere soltanto Eliquis 5 mg come preventivo . Il mio medico di base dice che questa cura è molto sofisticata e non adatta alla mia FA dovuta ad uno stato ansioso Da notare che in la mia FA dura tra 1 ora e due e che è rientrata sempre da sola .Gentilissimo Dottore sono confusa e ho bisogno di un suo parere Prendere si o no la pillola ELIqus ? Certa di una sua risposta Porgo Cordiali saluti Carmela

Risposta

Gentile signora, l'Eliquis è un anticoagulante e dai dati, purtroppo incompleti che Lei riferisce, il trattamento anticoagulante sarebbe indicato nel suo caso per la prevenzione di possibili episodi di tromboembolia (coaguli che partendo dal cuore vanno nella circolazione) connessi con la fibrillazione atriale. Il cardiologo che le ha prescritto l'Eliquis (che eventualmente va assunto due volte al giorno e non un'unica compressa) avrà fatto tutte le valutazioni necessarie. La terapia con Sotalex può integrare il trattamento anticoagulante (non sono terapie alternative) e servirebbe per prevenire o limitare le fibrillazioni atriali e tenere sotto controllo la frequenza cardiaca. Come dice il suo medico si tratta di terapie da gestire con cura ma, di solito essenziali e dunque, affidandosi ad un centro cardiologico (o se crede ad un cardiologo di sua scelta) da praticare una volta identificati i vantaggi ed i possibili limiti. Quello che non è possibile fare e risolvere un problema come il suo solo con uno scambio epistolare. La saluto.