NON SEI ANCORA REGISTRATO?

REGISTRATI

AREA RISERVATA

Recupera password

extrasistoli

Spettabili e gentili Dottori, mi chiamo Gaetano e Vi scrivo riguardo mia madre di 74 anni che circa 3 mesi fa è andata dal cardiologo per una visita di controllo per la pressione arteriosa. L'esame ecocolordoppler non ha evidenziato nulla di anomalo, mentre l'ecg ha rilevato delle extrasistoli. Il cardiologo gli ha prescritto l'holter 24 h da cui sono emerse 7500 extrasistoli sopraventricolari ed alcune ventricolari. Il cardiologo gli ha prescritto almarytm 1/2 compressa 2 volte al giorno. Dopo 15 giorni mia madre ha ripetuto l'holter 24 h con i seguenti risultati: Totali battiti normali 87718 sopraventricolari 2946 SVT 0 totali ventricolari 354 prematuro ventricolare 271 coppia 0 tripla 0 salva 0 Vt 0 Max FC 90 bpm alle 8:32 ( 1 min avg) media FC 61 bpm ( 1 min avg) Min FC 50 bpm alle ore 21:11 Bradicardia 0 battiti mancanti 0 pause 0 Ritmo sinusale afrequenza compresa tra 50 e 90 b/m, media 61 b/m extrasistole ripetitive maz 4 battiti non modificazioni ischemiche del tratto st/t e turbe della condizione atrio/ventricolare. battiti totali 88173 battiti stimolati 0 Il cardiologo ha aggiunto un'altra 1/2 compressa di almarytm. La terapia che oggi segue mia madre è: 3 mezze compresse di almarytm ad intervallo di tempo di 8 ore e 1 compressa di cardicor 5mg. Per la pressione arteriosa prende 1 compressa di plaunazide. Gli esami di laboratorio, compreso gli ormoni della tiroide sono normali, a parte il colesterolo totale a 250. Gentili Dottori la domanda che voglio porVi è la seguente: mia madre prima di assumere la terapia antiaritmica non aveva nessun sintomo. Adesso invece sente il battito del cuore più forte ma non in modo continuo, il tempo di durata varia da pochi minuti a qualche ora. Secondo Voi è possibile che questo medicinale gli abbia creato questo effetto collaterale che le crea molta ansia? Esistono altre terapie che eliminano le extrasistoli senza creare effetti collaterali? Vi ringrazio sinceramente e Vi saluto cordialmente.

Risposta

In effetti le palpitazioni che avverte la signora potrebbero dipendere dal farmaco flecainide (almarytm), che ha potenzialmente effetti proaritmici, per cui le consiglio di sospenderlo previo consulto con il curante, proseguendo il betabloccante (cardicor).