NON SEI ANCORA REGISTRATO?

REGISTRATI

AREA RISERVATA

Recupera password

Terapia fibrillazione atriale

Mia mamma 63 anni ha fatto due cardioversioni per un problema di fibrillazione atriale in entrambi i casi non ha funzionato. Dopo vari tentativi l'aritmologo ha prescritto una terapia a base di Bisaoprololo inizialmente a 1.25 la mattina e 1.25 la sera + enalapril mezza cps da 20 mg, 1 lasix, 1 lasitone, 1 xarelto. A fronte di ultimo ecg il medico ha alzato bisoprololo a 5 mg mantenendo il resto della terapia. Mia mamma ha la pressione già bassa 80/50 alzando bisoprololo in modo così repentino e con mg così alti (tutti in una volta) non rischia di abbassare ulteriormente la pressione?

Risposta

E'possibile che l'aumento del dosaggio del Bisoprololo possa aver determinato un calo dei valori pressori sintomatico. Pertanto ridurrei il dosagggio del Bisoprololo a 2,5 mg 1 c/die al mattino e passare ad Enalapril 5 mg 1 c x 2/die monitorando i valori pressori e la frequenza cardiaca. Proseguirei con Xarelto 1 c/die. Cordiali saluti.