NON SEI ANCORA REGISTRATO?

REGISTRATI

AREA RISERVATA

Recupera password

Anticoagulazione ed evidenze: tra mito e realtà

Image title

RAZIONALE


La terapia anticoagulante è il trattamento fondamentale per la prevenzione primaria e secondaria dell’ictus in pazienti con fibrillazione atriale (FA). Gli anticoagulanti tradizionali, che da oltre 60 anni vengono utilizzati per la prevenzione o il trattamento delle malattie tromboemboliche (warfarin e acenocumarolo) esercitano la loro attività inibendo la sintesi dei fattori della coagulazione dipendenti dalla vitamina K (II, VII, IX e X). Questa terapia ha dimostrato, negli ultimi 50 anni, di ridurre significativamente il rischio tromboembolico nei pazienti con fibrillazione atriale ma comporta un aumento del rischio emorragico. Nei pazienti anziani, e anche in quelli più fragili, è stato dimostrato che il beneficio clinico netto della TAO (terapia anticoagulante orale) aumenta con l’età, nonostante un rischio emorragico maggiore. Pur con queste evidenze, nella pratica clinica si assiste ad un sottoutilizzo della TAO (terapia anticoagulante orale), come dimostrato da recenti study e survey che evidenziano la bassa aderenza terapeutica alle prescrizioni di classe I e II delle più recenti linee guida internazionali. Il sottoutilizzo e la qualità subottimale del trattamento anticoagulante risultano più frequenti nei pazienti anziani, in quelli fragili e in quelli candidati a rivascolarizzazione coronarica. In questi, potrebbe essere particolarmente vantaggioso l’impiego dei nuovi anticoagulanti orali, che non richiedono monitoraggio sistematico del grado di anticoagulazione e, a parità – o in alcuni studi con superiorità – dell’effetto protettivo contro gli eventi cardioembolici, sembrano garantire anche un minor rischio di eventi emorragici maggiori.

Questo corso focalizza in modo particolare lo stato dell’arte della gestione della FA (Fibrillazione Atriale) in Italia, l’aderenza alle ultime linee guida della società europea di cardiologia e le evidenze dei più recenti trials che hanno implementato l’impiego pratico di questi nuovi agenti farmacologici nel trattamento dei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare.


Sezione riservata alla faculty del progetto



Image title

Scarica il programma - Verona 1 febbraio

Image title

Scarica il programma - Napoli 8 febbraio


Image title

Scarica il programma - Bari 8 febbraio

Image title

Scarica il programma - Genova 15 febbraio

Image title

Scarica il programma - Bologna 15 febbraio

Image title

Scarica il programma - Roma 8 marzo

Image title

Scarica il programma - Firenze 8 marzo

Image title

Scarica il programma - Catania 8 marzo