NON SEI ANCORA REGISTRATO?

REGISTRATI

AREA RISERVATA

Recupera password

Archivio domande - Problematiche cardiochirurgiche (2)


DILATAZIONE ANEURISMATICA AORTA ASCENDENTE

Buonasera, con dimensioni aorta ascendente piano bulbare d.t.;cm 4.7; tratto posto- bulbare d.t. cm 4.6;tratto medio d.t. cm ;51 x52;tratto pre - tronco arterioso anonimo d.t cm 4.1; arco aortico d.a.-p 3.7. Valvola aortica tricuspide lieve insufficienza, presione arteriosa 120/80 quindi non difficile da controllare, inoltre in famiglia ci sono stati casi di compilcanze riconducibili a tale patologia, per esempio mio padre ha subito due interventi 1° sostituzione valvola aortica,(protesi meccanica)2° sostituzione aorta ascendente. Desidero sapere se rispetto a questi dati devo sottopormi all'intervento chirurgico nell'immediato. La ringrazio anticipatamente cordiali saluti Francesco Vecchio

Risposta

Egr Signore, le linee guida internazionali pongono indicazione formale all'intervento di sostituzione dell'aorta ascendente a partire da 55 mm di diametro. Molti cardiochirurghi contestano questo limite ritenendolo troppo alto. Altri dati da prendere in considerazione sono la velocità di accrescimento dell'aorta e la superficie corporea del paziente. Sarebbe importane nel suo caso sapere se si tratta di un primo riscontro, ovvero se si conosce già la velocità di accrescimento. In conclusione ritengo che lei si stia avvicinando all'indicazione chirurgica elettiva, che diventerà formale ed urgente tra un paio di millimetri.


Situazione post intervento di valvuloplastica

Carissimi dottori, vorrei esporvi velocemente la mia situazione per avere un chiarimento. Ho 28 anni (non fumatore), da quando ne avevo 12 mi è stata riscontrata un'insufficienza mitralica congenita che ho tenuto sotto controllo anno dopo anno. Arrivato a 27 anni, poiché l'insufficienza si presentava di grado severo, mi è stato consigliato di fare un intervento di valvuloplastica (mi è stato impiantanto un anello di Sorin e delle corde tendinee causa rottura) effettuato il 4 maggio dello scorso anno con esiti perfetti; la valvola mitralica per i primi 3 mesi dopo l'intervento si presentava perfettamente continente. Dopo questi 3 mesi la situazione è cambiata presentandosi dapprima con un'insufficienza lieve residua a due jet il più evidente diretto su parete laterale, l'altro su SIA, poi dopo altri 4 mesi con un'insufficienza lieve-moderata a jet eccentrico diretto su parete laterale. Il cardiologo che mi ha visitato mi ha velocemente rassicurato dicendo che l'insufficienza residua è dovuta ad un'assestamento post-operatorio che è abbastanza comune, mentre per quanto riguarda questo apparente peggioramento in realtà la situazione non è variata, ma non capisco come mai ci sia questa differenza tra questi ultimi 2 referti. E' normale? Per completezza comunque aggiungo che i valori degli ultimi due esami (ventricolo sx/dx, Atrio sx e Aorta) sono pressoché identici. Che stile di vita posso adottare? E' possibile riprendere attività sportiva? Inoltre, per quella che è l'esperienza della chirurgia, con questo tipo di intervento a cui mi sono sottoposto quante probabilità ho di non dover rifinire più sotto i ferri per problemi di insufficienza mitralica? Mi scuso in caso abbia fatto domande non pertinenti ma vorrei capire in che situazione sono giusto per mettermi, è il caso di dirlo, il cuore in pace una volta per tutte. :) Vi ringrazio molto del tempo dedicatomi.

Risposta

Gentile Signore, il risultato della riparazione in un primo tempo è risultato perfetto. La comparsa di un'insufficienza residua può essere causata o da un "rimodellamento" del Ventricolo, per cui la lunghezza delle corde impiantate, con la riduzione dei diametri, o comunque dello stress della parete, risulta lievemente "eccessiva". Un'altra ipotesi è che una struttura abbia lievemente ceduto. Ciò che conta per lei è che un'insufficienza lieve-moderata non ha alcuna indicazione a trattamento. Pertanto lei può condurre una vita del tutto regolare. Riguardo all'attività sportiva, si consulti con il suo Cardiologo. Normalmente viene consigliata un'attività "ludica" e non competitiva. Un cordiale saluto.